#gosigel

Vittoria su Maglie e prove di fuga!

La Sigel supera Maglie 3-1 (23/25 25/17 25/17 25/23),  ma quanta sofferenza!

Il successo conseguito sul taraflex del Palabellina consente alla squadra marsalese di allungare in classifica e staccare di ben sei lunghezze le più dirette inseguitrici, grazie alla concomitante sconfitta di Arzano ad Aprilia e alla vittoria di soli due punti del VolleyRò a Roma con il Proger.

Ma torniamo alla partita con Maglie.

Gara quantomai complicata, al cospetto di un Palabellina sempre strapieno, le ragazze lilibetane hanno saputo reagire ad un inizio che le ha viste in grande difficoltà.

Squadre in campo con i sestetti annunciati: la Sigel si affida alle solite diagonali, Mordecchi/Biccheri, Panucci/Agola, Pinzone/Macedo, libero Marinelli. Maglie lascia a casa Kostadinova infortunata e risponde con Guidi/Corallo, Montenegro/Liguori, Cesario/Guidozzi, libero Catalano.

Le prime fasi della contesa segnano subito un grande equilibrio in campo, con le due squadre che stentano ad esprimere un gioco corale e lineare affidandosi troppo spesso ad errori, anche banali, segno tangibile che la partita è molto sentita. La prima sospensione tecnica vede le due contendenti attaccate l’uno all’altra (8-7 Sigel). Alla ripresa la squadra di casa prova un piccolo break portandosi sul 11-8, ma viene subito ripresa dalle salentine che tagliano in vantaggio (15-16) il nastro del secondo time out tecnico.

Adesso ci prova Maglie a tentare l’allungo (15-18) con le due centrali in evidenza e con una super Guidi che magistralmente le mette in condizione di fare male alla difesa marsalese. Ma la reazione della Sigel è immediata e la squadra di Campisi si riporta addosso alle avversarie, 22-23.

Il finale di set sorride alla squadra ospite che con freddezza non si fa sfuggire l’occasione e chiude in vantaggio (23/25) la prima frazione di gioco. Partita subito in salita per le marsalesi, le difficoltà della vigilia si sono manifestate tutte.

La ripresa del gioco vede in campo un’altra Sigel, la squadra incerta e balbettante della prima frazione resta ai bordi del campo e sul taraflex stavolta va in scena il solito canovaccio, quello che ha portato la squadra lilibetana ai vertici del girone.

La fase equilibrata del secondo set (7-8) viene spezzata dalla veemenza degli attacchi di una Panucci sempre in grande vena che spinge le compagna ad una reazione da grande squadra (16-13 alla seconda sospensione tecnica). Il gioco cresce di qualità e adesso è il collettivo che emerge. Le sigelline sono tornate in campo decise a dare la propria impronta alla gara e lo fanno migliorando in tutti i fondamentali.

Il divario si allarga, Marsala tiene bene in difesa le traettorie delle attaccanti salentine, stessa cosa fa con il muro, la battuta e l’attacco martellano “senza pietà” il campo del Maglie (20/15 Sigel).

Le salentine si innervosiscono, il primo arbitro Di Bella (Palermo) sanziona la Cesario con un cartellino rosso per qualche frase “fuori posto” espressa dal capitano leccese. La Sigel ne approfitta e chiude in scioltezza la seconda frazione di gioco: 25/17 con un ace di Mordecchi.

Ristabilita la parità la squadra di coach Campisi si scioglie dalla tensione iniziale e si libera dalle sue incertezze. Alla ripresa del terzo set è ancora la Sigel a condurre le danze.

Apre subito Mordecchi che dalla zona di battuta colpisce con assoluta precisione la ricezione magliese. Pronti via 5-0 Sigel avanti, 8-1  alla prima sospensione tecnica, Maglie adesso è in grande affanno.

Il distacco aumenta man mano si va avanti nella terza frazione, alla seconda sospensione la Sigel è a +10 (16-6). Maglie prova a rientrare in partita spinta sempre dalla sua capitana Cesario (21-15) ma prima Pinzone e poi Panucci respingono indietro le avversarie e conducono per mano le compagne spingendole ad aggiudicarsi la terza frazione:  2-1 (25/17)

Ma la squadra magliese è tosta e questo lo si sapeva. Il quarto set vede subito scattare avanti la formazione di coach Solombrino, 7-8 al primo time out tecnico e 12-16 al secondo, Maglie conduce il gioco, le due centrali continuano a far male. Il distacco aumenta, 13-18 per la Betitaly e coach Campisi è costretto a ricorrere alla panchina inserendo la Patti su una stanchissima Agola e sopratutto chiama a se le proprie ragazze in un time out che si rivelerà decisivo.

Le sigelline rientrano in campo rinfrancate e motivate dalla strigliata del proprio allenatore e si lotta in campo, su ogni pallone.La reazione è da grande squadra, la rimonta prende forma fino al sorpasso con tre muri consecutivi (2 Macedo e 1 Biccheri!) che riporta avanti la Sigel sul 20-19.

Poi è il turno di battuta di Mordecchi che trasforma il Palabellina in una bolgia: 23-19 Sigel avanti.

Ma Cesario e compagne sono ancora vive!. Maglie lotta su ogni palla, una squadra che non muore mai. In questa fase la partita regala scambi di gioco di categoria superiore e il pubblico apprezza, Quando la Cesario mette fuori la battuta per il punto definitivo del 25/23 che consegna la vittoria alla Sigel l’urlo del Palabbellina è di liberazione. Stavolta ce l’abbiamo fatta! La “bestia nera” è stata esorcizzata, Maglie è battuta per la prima volta a Marsala, dopo una gara emozionante e molto intensa.

Onore alla grande prestazione di squadra della Sigel, di un collettivo che ha saputo reagire e superare le proprie difficoltà con il “cuore” . In campo abbiamo visto le giocatrici marsalesi aiutarsi a vicenda l’una con l’altra, sopratutto nei momenti difficili, l’abbraccio collettivo di fine gara è la dimostrazione di quanta sofferenza ci sia stata.

Onore anche a Maglie, che ha messo in campo tutto quello che poteva, una squadra di grande qualità, con delle individualità di spessore (grande prova della Cesario e della Guidozzi, ma la palleggiatrice Guidi è stata la migliore in assoluto), classifica sicuramente bugiarda per le salentine, siamo sicuri che con l’innesto dell’uiltima arrivata (Kostadinova) risalirà presto le posizioni stabilendosi, secondo noi, in una zona di classifica più adeguata alle sue potenzialità.

Post Maglie...finita la sofferenza Vittoria su Maglie

 

IL TABELLINO

SIGEL PALLAVOLO MARSALA: Panucci 24 ( 2 Muri – 44% in attacco ) – Biccheri 14 ( 2 muri – 21%  in attacco ) – Agola 9 ( 1 muro – 25% in attacco) – Macedo 9 ( 2 muri – 50% in attacco ) – Pinzone 8 ( 1 muro – 40% in attacco ) – Mordecchi 6 ( 3 aces – 1 muro )

Marinelli (L) – 93% ricezione (55% perfetta)

 

BETITALY MAGLIE: Guidozzi 14 (2 muri – 52% attacco) – Cesario 11 (6 muri – 42% attacco) – Montenegro 10 ( 1 muro – 26% attacco) – Liguori 8 (1 muro – 19% attacco) – Corallo 6 ( 1 muro – 25% attacco) – Guidi 5 ( 3 muri)

Catalano (L) – 60% ricezione (19% perfetta)

 

SIGEL PALLAVOLO MARSALA : Battute punto 11 –  Battute Errore 6 – Muri Punto 9 – Ricezione 78% ( 34%perfetta)

BETITALY MAGLIE; Battute Punto 0 – Battute Errore 6 – Muri Punto 14 – Ricezione 51% (19%perfetta)

 

 

 

 

Rispondi

ăn dặm kiểu NhậtResponsive WordPress Themenhà cấp 4 nông thônthời trang trẻ emgiày cao gótshop giày nữdownload wordpress pluginsmẫu biệt thự đẹpepichouseáo sơ mi nữhouse beautiful