#gosigel

Sconfitta e tanto rammarico per la Pallavolo Marsala

squadra Sigel Pallavolo Marsala

M.Guerriero Luvo Arzano – Sigel Pallavolo Marsala 3-2 (22-25, 16-25, 25-20, 25-19 e 15-10)

M. GUERRIERO LUVO ARZANO = Lauro 21, Campolo 18, Vinaccia 14, Russo 13, Maresca 9, Cozzolino 4, Del Vaglio 1

SIGEL PALLAVOLO MARSALA = Ruberti 20, Culiani 14, Pinzone 14, Antonaci 8, Agola 8, Ognibene 2, Gennari 2, Marino, Spanò

Terza sconfitta esterna per la Sigel Pallavolo Marsala e tanto rammarico per capitan Pinzone e compagne. Al termine di un match combattuto e, soprattutto caratterizzato da tanti errori da entrambe le parti, l’Arzano si è imposto per 3-2 (22-25, 16-25, 25-20, 25-19 e 15-10).

La formazione cara al presidente Massimo Alloro non è riuscita ad espugnare il palasport “Domenico Rea”, nonostante si sia aggiudicata i primi due set, ed ha gettato via l’opportunità di tornare a casa con l’intera posta in palio.

Incredibile rimonta delle campane che, non solo hanno vinto agevolmente il terzo parziale, ma, addirittura, nel quarto, sotto 6-16, hanno rimontato chiudendo 25-19. Tie break a senso unico con le locali che, trascinate dal pubblico amico, hanno chiuso set e partita.

Coach Ciccio Campisi, rammaricato e deluso per l’epilogo del match, ha schierato in cabina di regia la giovane Giula Gennari, in banda Michela Culiana e Gabriella Agola, al centro capitan Clara Pinzone Vecchio e l’ultima arrivata Silvia Antonaci ed in posto “2” come opposto Sara Ruberti. Nel corso del match, hanno trovato spazio anche le marsalesi Valentina Ognibene ed Erika Marino.

LA CRONACA

Inizio difficile per le lilybetane che, sotto 4-1, hanno costretto il tecnico a chiamare subito il primo time out a disposizione per rompere il ritmo della squadra campana e, contestualmente, suggerire alcune soluzioni alle proprie ragazze. Obiettivo centrato e immediato recupero delle marsalesi che hanno rimontato il gap e sono approdate avanti di un punto al primo time out tecnico. Sempre combattuto ed equilibrato il set, giocato punto a punto; al secondo time out tecnico, però, è stato l’Arzano a chiudere avanti sul 16-15. Nell’ultimo atto del set, le azzurre, che hanno giocato con ordine ed in modo disciplinato, sono state brave a guadagnare un margine di vantaggio di 3 punti ed i pochi errori commessi hanno permesso di chiudere il set 22-25.

Il secondo parziale, iniziato decisamente meglio rispetto al primo, ha visto la Sigel pigiare subito sull’acceleratore. Trascinata da una incontenibile Sara Ruberti, la squadra di coach Campisi è riuscita a mettere a segno un buon break portandosi sul 3-6; ottima reazione, però, delle locali che sono rientrate in partita ed hanno costretto coach Campisi a chiamare il suo primo time out discrezionale che non ha sortito gli effetti sperati. Al time out tecnico Arzano 8, Marsala 7. Tornate in campo, Pinzone e compagne hanno iniziato a giocare con ordine, con pazienza e, soprattutto, sbagliando poco ed attendendo gli errori delle avversarie. Così facendo hanno chiuso avanti di due al secondo time out tecnico e, nel finale, sono poi riuscite a prendere il largo ed hanno vinto agevolmente con un perentorio 16-25 giunto dopo 27 minuti di gioco.

Nel terzo set, dopo un buon avvio che ha portato avanti le marsalesi sul 2-4, vi è stato il ritorno delle campane, costrette a non lasciar andar via le giovani atlete lilybetane, che hanno chiuso al time out tecnico avanti di due. Forse appagate dal risultato e dalla buona prova disputata nei primi due set, le azzurre hanno gettato troppo presto la spugna ed hanno lasciato il via libera ad Arzano che ha messo a segno un break di sei punti, 10-16 al secondo time out tecnico. Finale combattuto con la Sigel che ha tentato, forse troppo tardi, di recuperare il gap e le locali, invece, sono state brave a preservare il vantaggio ed a chiudere 25-20.

Inizio positivo delle azzurre nel quarto set, agevolato anche dai tanti errori delle campane, che acquisiscono subito un vantaggio consistente (1-6) e chiudono al primo time out tecnico avanti di 5. Monologo assoluto delle lilybetane, perfette in tutti i fondamentali, e vantaggio incrementato fino al 6-16. Da qui in poi si è spenta la luce in casa Sigel. Incredibile finale di set con le campane che hanno iniziato a pigiare sull’acceleratore e, approfittando di un momento di difficoltà delle marsalesi, hanno recuperato ben 13 punti e sono riuscite ad andare avanti 19-17. Con le marsalesi ormai allo sbando, la formazione di casa ha messo a segno un ultimo break ed ha conquistato il set (25-19).

Tie Break sulla falsa riga del quarto parziale, con  la Sigel che si è portata avanti e poi si è fatta recuperare ed ha gettato via la partita soccombendo 15-10.

Appuntamento tra una settimana al “Pala Bellina” quando arriverà la prima della classe, la Omia Volley 88 Cisterna LT.

Rispondi

ăn dặm kiểu NhậtResponsive WordPress Themenhà cấp 4 nông thônthời trang trẻ emgiày cao gótshop giày nữdownload wordpress pluginsmẫu biệt thự đẹpepichouseáo sơ mi nữhouse beautiful