#gosigel

Le nuove azzurre: Angela Gabbiadini, schiacciatrice

Angela Gabbiadini, classe 1992, bergamasca di Calcinate, è una nuova schiacciatrice della Sigel Marsala Volley. Alta 181 centimetri, arriva dal Martignacco, compagine friulana di B1. Ma il suo curriculum evidenzia diverse stagioni in serie A – Ho iniziato a giocare quando avevo appena otto anni – inizia a raccontarsi la neoazzurra –  in quel di Bagnatica, sempre in provincia di Bergamo. A quel tempo non perdevo nemmeno una puntata della serie televisiva a cartoni animati “Mila e Shiro” e la curiosità, che quei personaggi diventati “eroi” avevano suscitato in me, a poco a poco si è tramutata in passione – Quindi la svolta: quella che sembrava solo l’idea “folle” di una ragazzina e che invece è diventata il preludio di un sogno – Ho chiesto al mio allenatore di portarmi a un provino per l’under 13 della Foppapedretti, sulle orme del mio idolo di sempre: Francesca Piccinini. Ce l’ho messa tutta per riuscire nel mio intento e ho superato il test, dando così inizio al mio vero e proprio percorso di crescita tecnica in quello che è da tempo considerato uno dei migliori vivai a livello nazionale – Così la carriera di Angela inizia a prendere forma – A 14 anni è arrivato il mio esordio in prima squadra, anche se in una partita di coppa Italia – esordio, aggiungiamo noi, che diventa stimolo e traino importante – E così – precisa infatti Angela – la mia determinazione ad arrivare ai massimi livelli spicca il volo – In effetti l’atleta bergamasca inizia a bruciare le tappe – A sedici anni ho vinto lo scudetto con l’under 16 ed è arrivata la convocazione nella Nazionale pre-juniores, con la quale ho conquistato la medaglia di bronzo ai campionati europei. Prologo della successiva partecipazione ai mondiali in Thailandia – A 19 anni Angela Gabbiadini inizia il suo percorso da “adulta” – Ho realizzato così finalmente il mio sogno di giocare in A1, con la prima squadra della Foppapedretti. Anche se ho dovuto abbandonare il mio ruolo originario per andare a ricoprire quello di libero – tutta esperienza, evidenziamo noi – Proprio così – continua lei – Infatti quello è stato un anno che mi ha fatto crescere tantissimo, soprattutto nei fondamentali della ricezione e della difesa – Poi il ritorno al suo “adorato” ruolo di banda – Ho iniziato quindi il mio percorso in A2, tutto in Campania: da Sala Consilina a Gricignano d’Aversa, fino ai due campionati giocati a Caserta. Poi. Lo scorso anno sono “scesa” in B1, a Martignacco, cittadina in provincia di Udine – Le chiediamo così della sua ultima avventura sportiva – E’ stato un anno che mi ha responsabilizzato tantissimo. Ero tra le più esperte della squadra ed è stato un periodo che sotto diversi punti di vista mi ha fortificato tanto –

Che tipo di ragazza è Angela Gabbiadini? – Mi reputo una ragazza molto semplice, solare. Mi piace guardare il lato positivo di ogni cosa e di tutto ciò che mi capita. Ho fatto della mia passione il mio lavoro. E mi ci sto dedicando anima e corpo con tutta la determinazione che ho – Ritorna al sud Angela, dopo la breve parentesi friulana. Dopo la Campania, ecco la Sicilia – Sto per iniziare la nuova stagione con la maglia della Sigel Marsala con tanto ottimismo dentro. Sono carichissima. Conosco già alcune di quelle che saranno le mie nuove compagne di squadra e ho la sensazione che quest’anno ci divertiremo parecchio – Poi il saluto ai suoi nuovi tifosi – So benissimo quanto siamo caldi i tifosi del sud e sono sicura che anche i nostri non saranno da meno. Saranno la nostra arma in più, da sfoderare nei momenti difficili. Il nostro ottavo uomo in campo! – Quindi ci svela una chicca – Si sa che noi pallavoliste siamo molto superstiziose. Ma io quest’anno ho deciso d’indossare la maglia numero 17. Perché sono già 17 anni che la pallavolo è entrata nella mia vita ed è diventata la mia vita stessa. Faccio un grandissimo in bocca al lupo a me, alle mie nuove compagne e a tutta la società della Sigel Marsala Volley – E noi ricambiamo, con la stessa grinta con la quale Angela Gabbiadini si è presentata. Benvenuta!

UFFICIO STAMPA

Rispondi