#gosigel

La Sigel è rimandata in Piemonte

Nel match valevole per la 14^giornata di A2 la Sigel è sconfitta in un’ora e dieci minuti di gioco al Pala Gianni Asti dalle sparute presenze, tra queste una piccola delegazione del tifo azzurro “Gli Irriducibili”. Alla fine si è rivelato un incontro interlocutorio tra due formazioni divise da dieci punti prima dello svolgimento della giornata. Le atlete di Collavini non riescono a neutralizzare l’efficace partita in attacco delle cussine che chiudono con il 42% di positività e finanche non osano più del dovuto al servizio, riconosciuto come la prima azione d’attacco nel volley. Meglio è andata a muro con i centri Caruso e Bertaiola, sorrette dai due timbri in questo fondamentale di Dahlke e uno di Buiatti (entrata a gara in corso e tra le azzurre che hanno terminato il terzo e ultimo set) contro gli otto torinesi. Dei tre giochi, solo il secondo è quello giocato meglio e alla pari con le locali, con Marsala che conclude la singola frazione sopra i venti punti. Questa la progressione set: (25/13; 25/21; 25/14). Le ragioni del successo da parte delle cussine di Mauro Chiappafreddo sono da rintracciare in un migliore muro/difesa e nei pochi errori commessi in attacco: tre contro i dieci di Marsala su questo fondamentale. Torino a fine contesa porta tre elementi in doppia cifra (Mabilo, Vokshi e Michieletto) contro la sola della Sigel, Kendra Dahlke (12 gli stampi personali della statunitense che domenica soffierà sulle candeline i suoi meravigliosi 23 anni di età, ndr).

Starting-six: La Sigel Marsala si presenta col seguente schieramento, non cambiando nulla della partita con vittoria contro Acqua & Sapone Roma Volley Club: Vallicelli in regia, Colarusso opposto, Mangani e Dahlke in banda, Caruso e Bertaiola al centro e Lorenzini libero. Queste le diagonali proposte da coach Chiappafreddo: Rimoldi/Vokshi; Michieletto/Lotti; Mabilo/Gobbo; libero Gamba.

La cronaca:

Il primo punto della gara è di Marsala. Capitan Bertaiola, assistita da Cecilia Vallicelli con una soluzione dal centro, gira un primo tempo nel campo avversario. Marsala subito ripreso dal punto di capitan Gobbo: 1-1. Poi, come accade speso in altre trasferte, Marsala va in black-out e si fa tritare dalle proprie dirimpettaie: 13-2 al time-out voluto da Collavini. Le cussine continuano a picchiare forte trascinate da una super Michieletto ed è 19-5. Sulla situazione di 22-9 dentro Cometti su Gobbo nelle fila torinesi. Chiude il set proprio la neoentrata per il 25-13.

Nel secondo parziale si procede ad “elastico” da metà a fine atto. Così la Sigel scappa sul 7-10 ed è subito time out per coach Chiappafreddo. Sul 14-15 a favore della Sigel time out per coach Collavini. Al rientro punto di Colarusso, 14-16 ma Vokshi risponde subito con una bella parallela: 15-16. Dentro Fantini su Lotti sul 15-17. Nuovo punto per Vokshi, 16-17, dentro Cometti su Gobbo in battuta. Ottimo servizio per Cometti e muro di Mabilo, 17 pari. Muro a uno di Vokshi su Dahlke ed è 18-17. Chiappafreddo chiude il precedente cambio con Lotti nuovamente della partita per Fantini. Punto di Lotti, 21-20. Rientra Gobbo su Cometti. Il Barricalla si porta a più due con una palletta di Vokshi ed è time-out per la Sigel. Veloce di capitan Gobbo, 23-20. Ace di Mabilo, 24-20. Parallela di Colarusso ed è 24-21. Fast di Gobbo: 25-21.

Nel terzo e ultimo parziale il “canto del cigno” per la Sigel. In un set che assume le forme e ha le sembianze del primo giocato dalle lilybetane. Cambiano radicalmente le interpreti nelle due squadre. Con Scirè, Galletti e Buiatti gradualmente rispedite in campo. Lo strappo nel punteggio si apre ad avvio frazione: sul 9-4 per le cussine e time-out Marsala. Sul 13-5, coach Collavini chiede il secondo time out. Il Cus continua a tenere alto il ritmo di gioco ed è 16-6. Sul 17-7 dentro Cometti su Gobbo e Fantini su Lotti. Il Barricalla continua a macinare punto dopo punto: 21-9. Attacco out di Dahlke: 23-11. Il 23-12 è di Caruso (muro). Il punto del 24-12 è di Cometti in fast. Accorcia ancora sul 24-13 con un block-out vincente Marsala con la classe 2001 Sofia Buiatti. La stessa Buiatti dalla linea dei nove metri serve il gioco per due scambi consecutivi e la Sigel compie un ulteriore punto con uno stampo a muro di Dahlke su tentativo di attacco Lotti: 24-14. Il 25-14 arriva dopo un errore in attacco della stessa Dahlke.

Archiviamo un’altra ennesima sciagurata trasferta e non rincuora nemmeno la classifica corta che si è venuta a creare in coda dopo il turno giocato con tre formazioni tutte nel giro di un punto. Contro Torino non il miglior biglietto da visita per presentarsi tra due giorni alla sfida salvezza del PalaBellina contro la P2P Smilers Baronissi (lei sì vincente contro Acqua & Sapone Roma Volley Club) in questo 5°turno di ritorno giocato in infrasettimanale. Ma si auspica che Bertaiola e compagne facciano tesoro dall’incidente di percorso in Piemonte e già dagli allenamenti ritrovino vigore, predisposizione, rabbia agonistica e umiltà. Ma a ciò ci si penserà quando la squadra si ritroverà tutta al PalaBellina nel pomeriggio per riprendere la preparazione in vista di domenica 29 dicembre h.16.00, contro due vecchie conoscenze del PalaBellina: Leo Barbieri e Jessica Panucci. Marsala Volley in campo per la 15^giornata per vendicare la sconfitta di misura a Pontecagnano Faiano della partita di andata.

Intervista postgara:

Linda Mangani, schiacciatrice Sigel Marsala Volley, al termine dell’incontro candidamente dichiara:

Abbiamo giocato male a partire dal servizio. Meglio nel secondo ma non è bastato, dobbiamo lavorare ancora molto”.

Tabellino. Barricalla Cus Torino – Sigel Marsala Volley: 3-0 [25/13; 25/21; 25/14]

Barricalla Cus Torino: Rimoldi 3, Vokshi 15, Gobbo 8, Mabilo 10, Michieletto 11, Lotti 7, Gamba (L), Cometti 1, Fantini. ne Bisio, Severin, Camperi. Coach: Mauro Chiappafreddo; vice: Fulvio Bonessa

Sigel Marsala Volley: Dahlke 12, Bertaiola 7, Colarusso 5, Mangani 6, Caruso 5, Vallicelli 1, Lorenzini (L), Scire’, Galletti, Buiatti 3. ne: Vaccaro, Soleti, Laragione. Coach: Paolo Collavini; vice: Daris Amadio

Arbitri: Simone Cavicchi di La Spezia e Paolo Scotti di Cremona

Emanuele Giacalone
———————————————–
UFFICIO STAMPA SIGEL MARSALA VOLLEY (foto di copertina estrapolata dal sito Cus Torino)

Rispondi