#gosigel

La Sigel ci ha provato

La Sigel ci ha provato. Ci ha provato a rientrare in partita, dopo aver ceduto nelle prime due frazioni di gioco. Le azzurre sono riuscite a imporsi nella terza, ma poi sono crollate nella quarta e ultima, pagando oltre il dovuto lo sforzo mentale e il dispendio d’adrenalina. Contro un avversario forte e deciso a dar seguito alla bella impresa di S.Giovanni in Marignano, Agostinetto e compagne hanno fatto il possibile per portare a casa almeno un punto. Ma, alla fine, si sono dovute “accontentare” di aver messo timore a un avversario che poi ha calcato la mano vincendo nettamente il quarto set. Di seguito il comunicato inviatoci da Francesco Iacini (che ringraziamo) a cui lo stesso ha allegato anche le sue foto che inseriamo nell’articolo. Un comunicato che riassume l’andamento della gara, estrapolandone le fasi salienti.

“Coach Enrico Mazzola conferma la formazione di San Giovanni in Marignano con Prandi e Decortes a formare la diagonale, Dailey e Villani in posto 4, centrali Veglia e Guidi e libero Parlangeli. Il team siciliano, guidato da Francesco Campisi, risponde con Agostinetto in regia con Ventura opposta, Furlan e Murri al centro, Merteki e Rossini, libero Marinelli.
La Savallese parte decisa, non facendosi sorprendere dalle avversarie. Decortes sigla il 5-4, bianconere e siciliane restano a braccetto (7-7, Agostinetto) ma un ace di Dailey regala il 13-9. Marsala prova a reagire ma Brescia allunga (16-11, Decortes). Alcuni errori delle Leonesse conditi dagli attacchi di ventura e Merteki permettono alla Sigel di accorciare il gap. Sul 21-19 Mazzola ferma il tempo, la pausa permette alla Savallese di riordinare le idee e chiudere il parziale con Villani, 25-21.
L’inerzia della gara non cambia nel secondo set con Brescia a guidare e Marsala da inseguire. Archiviati i primi scambi (8-7, Savallese), la squadra di casa allunga, trascinata da Villani e Decortes, supportate dalla regia di Prandi e dai recuperi Parlangeli (18-13). Decortes sigla il 21-14 con un muro su Biccheri, e Brescia amministra il vantaggio acquisito sino al 25-17.
La Sigel approfitta di alcuni errori delle bianconere per portarsi in vantaggio nel terzo frangente (1-3). Guidi dai nove metri porta in vantaggio la Savallese (6-5), Veglia realizza l’11-9 ma Marsala rientra in gioco (12-13). Dailey pareggia ma sono le ospiti, guidate dalle neoentrate Gabbiadini e Facchinetti, a scavare il solco (18-21). Un muro di Prandi riaccendere le speranze bresciane, stroncate da un potente attacco di Ventura (21-24). Un muro di Villani sull’opposta brasiliana annulla il primo set ball ma Gabbiadini trasforma il secondo. Superata la delusione del terzo parziale, la Savallese con Veglia e Villani si porta sul 10-5. Marsala resta in scia (12-8) ma Decortes e Dailey affondano i colpi che regalano il più sette a Brescia (15-8). La schiacciatrice statunitense mura Ventura per il 18-9, e forte del vantaggio acquisito la Savallese conquista l’intera posta in palio. Decisiva Villani con pallonetto ed un muro che certificato il 25-12.”

Savallese Millenium Brescia-Sigel Marsala  3-1 (25-21. 25-17, 23-25, 25-12)

Savallese Millenium Brescia: Canton, Norgini, Dailey 13, Vilponen, Villani 25, Parlangeli (L), Prandi 4, Guidi 6, Veglia 8, Decortes 15. A disposizione: Biava, Angelini. Allenatore: Enrico Mazzola

Sigel Marsala: Mucciola, Furlan 11, Rossini 6, Merteki 10, Marinelli (L), Agostinetto 3, Murri 2, Biccheri 1, Facchinetti 1, Ventura 16, Gabbiadini 3. Allenatore: Ciccio Campisi.

Arbitri: Christian Palumbo, Danilo De Sensi

UFFICIO STAMPA (Umberto Li Gioi, redattore)

Rispondi