#gosigel

Guardare avanti e ripartire: destinazione Brescia

L’unica cosa che resta da fare, dopo il passo falso di ieri, è……guardare avanti. E ripartire dalle parole del presidente Massimo Alloro, che ha esaltato la necessità di affidarsi al lavoro. “Lavorando bene i risultati, prima o poi, arriveranno” ha detto alla fine della gara persa contro Baronissi il massimo esponente della società. Ne sono consapevoli tutti e quindi non resta che resettare il programma, per gettarsi con la mente e con il cuore nella prossima, imminente trasferta di Brescia. Si, perché nella roulette di questo campionato, il tempo corre velocissimo e la pallina gira e saltella sulla ruota dove il rosso si alterna regolarmente al nero. La classifica, nonostante la sconfitta, resta in bilico per tutte le pretendenti alla salvezza. E tra queste la Sigel può continuare a sperare di mettere in fila un paio di risultati positivi per avviare il rilancio agognato. La gara in programma domenica prossima al Pala Jimmy George, che avrà inizio come sempre alle 17, non è certo delle più agevoli. Ma a volte partire senza i favori del pronostico crea scompensi e situazioni inattese. Ragion per cui bisogna ricaricare in fretta le batterie  affrontare il match con tutti i crismi di chi deve fare punti. In un modo o nell’altro.

La squadra di coach Enrico Mazzola (nella foto tratta dalla pagina Facebok della stessa), al terzo anno sulla panchina della Savallese Millenium, arriva dalla prestigiosa vittoria ottenuta a S. Giovanni in Marignano, contro una Battistelli in crisi di risultati. Il successo per le bresciane è arrivato al termine d’un incredibile maratona di oltre due ore. Naturalmente al tie-break: un 2-3 che ha visto anche l’incredibile parziale di 36-34 per le padrone di casa nel secondo set. Due le straniere nel roster lombardo: l’opposto finlandese Henrietta Pauliina Vilponen, classe 1992, 43 presenze nella nazionale del suo paese, arrivata quest’estate dal Viesti Salo, e la schiacciatrice statunitense Anne Catherine Dailey, classe 1988, nativa di Newport Beach, arrivata dalla Gran Bretagna. Dove ha vinto il campionato nazionale universitario con la maglia del Durham Volleyball. Opposto è anche Clara Decortes, classe 1996, titolare ieri in Romagna e realizzatrice di 18 punti, l’anno scorso al Volley Lodi in B1. Le palleggiatrici sono Vittoria Prandi, classe 1994, per la seconda stagione consecutiva a Brescia, con tanti anni di A nel curriculum: Piacenza, Modena e Busto Arsizio in A1, Pavia e Club Italia in A2. Ed Elena Bortolot, classe 1995, arrivata dal Monticelli Brusati, squadra di B1, ma l’anno prima a Palmi in A2 con la maglia della Golem. Le centrali sono Ludovica Guidi, classe 1992,ex Golem Palmi, dopo il campionato disputato in Francia ad Evreux e quello a Urbino con la Tiboni. Tiziana Veglia, nata nel 1992, giunta anche lei da Palmi, dopo gli anni di A a Bolzano con la Sud-Tirol. E Sara Angelini, classe 1989, arrivata da S.Giovanni in Marignano. Le altre schiacciatrici rispondono al nome di Francesca Villani, classe 1995, miglio realizzatrice nella gara di ieri con 21 punti, lo scorso anno a Olbia, ma già a Filottrano e San Casciano, sempre in A2. Clara Canton, classe 1998, lo scorso anno a Montecchio. E la veterana Giulia Biava, classe 1988, per il quarto anno  a Brescia. Infine con la maglia di libero giocano Francesca Parlangeli, classe 1990, torinese, arrivata dalla Lilliput Settimo Torinese e Maria Chiara Norgini, classe 1998, già a Firenze e Rovigo.

UFFICIO STAMPA (Umberto Li Gioi, redattore)

 

Rispondi