#gosigel

Al Bellina passa la corazzata Chieri

 Altra sconfitta per la Sigel Marsala Volley, ma stavolta a passare al PalaBellina è stata forse la migliore squadra arrivata quest’anno a capo Boeo. Una compagine solida, a tratti irresistibile, quella di coach Luca Secchi. Che è riuscita ad avere la meglio imprimendo accelerazioni nei momenti decisivi di ogni set. In effetti la Sigel era riuscita a tenere testa alla squadra piemontese, maturando anche un vantaggio considerevole nella seconda frazione di gara. Ma ha dovuto capitolare quando Manfredini e compagne hanno deciso di spingere col chiaro intento di chiudere i giochi. Nulla da fare quindi, ma resta la magra consolazione di averci provato. E di aver ceduto soltanto alla forza straripante di un’avversaria capace di giocare un’ottima pallavolo nei frangenti topici, costruita su una difesa ferrea capace subito di rilanciare efficacemente l’azione e un muro spesso invalicabile.

Starting six: la Sigel, con l’organico ridotto all’osso dopo la partenza della Gabbiadini e per un problema fisico patito due giorni fa in allenamento dall’italo-americana Rebecca Perry, è scesa in campo con la solita formazione, stavolta più che mai scontata: Agostinetto in palleggio, Furlan e Facchinetti centrali, Ventura opposto, Merteki e Rossini di banda e Marinelli libero. La Fenera Chieri ha risposto con De Lellis in cabina di regia, Akrari e Lualdi centrali, Angelina opposto, Manfredini e Perinelli schiacciatrici e Bresciani libero.

La gara: Primo set giocato sul filo dei punti fino al 14-14. La Sigel da la sensazione di poter reggere bene il confronto. La Fenera prova a staccarsi, ma viene continuamente agganciata dalle azzurre. Poi un break di tre punti, confezionato dalla Lualdi (14-17), da il là all’allungo. Ci prova la Merteki ad accorciare le distanze (15-17), ma sono un pallonetto della Angelina (15-19) prima e una pipe della Manfredini (16-20) dopo a mettere tra le due squadre quei quattro punti di distacco che alla fine risulteranno decisivi. Ci prova la Facchinetti a mantenere aperti i giochi con una fast seguita subito da un ace (18-20). Ma si alza il muro piemontese per il 21-24 ed è sempre Manfredini da posto due a chiudere il set. Nella seconda frazione la Sigel parte sparata e sembra voler fare un sol boccone di un’avversaria che appare invece molle e arrendevole. Sbaglia tanto Chieri, soprattutto in ricezione. Le azzurre invece appaiono concentratissime e micidiali, con una Merteki in gran spolvero. Un ace della Ventura sigla il punto dell’8-2. Poi il divario raggiunge i sette punti (11-4). A quel punto la Fenera risorge dalle proprie ceneri e le biancoblù confezionano un break di cinque punti. La Sigel comunque resiste. Un muro di Giulia Agostinetto inverte l’inerzia presa dalla gara (12-9). Ma è il canto del cigno per la Sigel: cresce ancora il muro ospite, con Akrari e De Lellis che fanno la voce grossa. Ci pensa comunque la Manfredini, alla fine top-scorer del match con 20 punti, a rilanciare definitivamente la propria squadra. Che, in pochi minuti diventa incontenibile. La difesa, imperniata sul libero Bresciani, non lascia spazi di campo liberi. Così sul 16-16 la Sigel si ferma. Sono sei punti di break, sul 17-19, a chiudere il secondo set. L’ultimo dei quali confezionato, guarda un po’, dalla solita Costanza Manfredini. Il terzo set sembra subito facile preda delle piemontesi, ma il 2-6 iniziale viene rintuzzato in rimonta dalla Sigel. La rabbia della Merteki, autrice di ben 17 punti alcuni dei quali realizzati con bordate devastanti, consente alle azzurre di passare in vantaggio (16-15, 17-16). A quel punto però le energie sono allo stremo e la Fenera, serrando i ranghi, può in maniera spavalda chiudere il match con alcuni muri decisivi.

Sigel Marsala Volley – Fenera Chieri 0-3 (21-25/ 17-25/ 19-25)

Sigel Marsala Volley: Mucciola, Cazzetta, Furlan 6, Rossini 4, Merteki 17, Marinelli (L), Agostinetto 1, Murri, Facchinetti 3, Ventura Ferreira 9, Perry – All. Ciccio Campisi

Fenera Chieri: Bresciani (L), Sandrone, Perinelli 10, Mezzi, Moretto, Colombano, Lualdi 3, Batte, Manfredini 20, Angelina 12, Salvi, De Lellis 4, Akrari 16 – All. Luca Secchi

Arbitri Stefano: Caretti, Davide Morgillo

Spettatori 250 circa

UFFICIO STAMPA

Rispondi